eSquare 
eSquare
     cerca su eSquare
Chi siamo
 
Wordpress Slideshow by WOWSlider.com v3.8
Abitare
Alimentazione
Animali
Blog
Controinformazione
Cultura
Informazione
Internazionale
Interventi & Contributi
Lavoro e Aziende
Moda e Bellezza
Musica
Natura
Salute
Scienza e Tecnologia
Servizi
Solidarietà
Sport
Viaggi e Turismo
Vivi la tua città
Previsioni Meteo
prossime 8 ore
Previsioni meteo per le prossime 8 ore in Emilia Romagna
previsioni a cura di
ARPA Emilia Romagna
www.PGIRE.it
Pagine Gialle Internet di Reggio Emilia
I siti WEB delle ditte di Reggio Emilia
BLOG   Indietro
 Beppe Grillo - Blog
Blog di Beppe Grillo
I 7,5 miliardi alle banche, banca per banca
svendita_bankitalia.jpg

"Col regalo alle banche, fatto a spese della collettività, e difeso a rischio di incostituzionalità dalla Boldrini, Letta e Pd, lo Stato regalerà alle banche una somma immensa:
2 miliardi di euro netti a Intesa San Paolo,
1,452 miliardi a Unicredit (22%);
415 milioni a Assicurazioni Generali;
409 milioni alla Cassa di Risparmio di Bologna:
330 milioni all'INPS;
264 milioni a Carige;
184 milioni a Bnl;
165 milioni a Monte dei Paschi di Siena (!)
138,6 milioni a Cassa di Risparmio di Biella e Vercell;
132 milioni a Cassa di Parma e Piacenza;
125,4 milioni a Carifirenze.
Leggi tutti i dati
Un ulteriore ?regalo? a banche e banchieri azionisti di Bankitalia è rappresentato dalla pioggia dei dividendi annui, i quali fissati al tasso del 6%, ben 24 volte il tasso di riferimento Bce dello 0,25%, oppure se si preferisce 2 volte in più dei tassi di rendimento dei BTP attorno al 3%, porteranno nei bilanci delle banche socie ben 450 milioni di euro
Non ci sono soldi per la SLA o le auto della polizia? Allegria! Dove si vuole i soldi si trovano!" segnalazione di Viviana Vi


Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it


Data pubblicazione : Mon, 03 Feb 2014 21:03:20 +0100
Svuotacarceri: usciranno assassini, mafiosi e stupratori! #noindulto
cancellieri_noindulto.jpg

Si discute oggi alla Camera il decreto svuota carceri, che approda a Montecitorio dopo l'applicazione della ghigliottina in commissione Giustizia. Lì è stato impedito alle opposizioni di esercitare il proprio ruolo. Nella stessa occasione il capogruppo pd Walter Verini ha dato la propria solidarietà al picchiatore Dambruoso. I portavoce 5 stelle hanno scritto questa lettera al comandante della polizia, dei carabinieri, della guardia di finanza, ai vertici delle procure, ai presidenti di tribunali e di corti d'appello, nonché all'Anm:
"La giustizia è morta. Oggi alla Camera si celebrerà il suo funerale. Causa della morte è l'ennesimo decreto. Lo chiamano "svuotacarceri" e dietro l'intenzione nobile c'è la solita truffa semantica e l'incapacità dei partiti di risolvere i problemi.
Gli effetti di questo "svuotacarceri" si vedono già. Ogni settimana ci sono 200 detenuti in meno nelle celle. Per perseguire l'obiettivo di "svuotare le carceri", si produce un vero e proprio indulto che ha già fatto uscire mafiosi, stupratori, assassini, e ne farà uscire molti altri. Uno che senz'altro trarrà beneficio sarà Totò Cuffaro, l'ex governatore della Sicilia ora in carcere grazie a uno sconto di pena di oltre un anno. E' già uscito un boss imporante, tale Nicola Ribisi, pezzo grosso della mafia di Agrigento.
Chi risponderà di tutto ciò? Chi avrà il coraggio di assumersi la responsabilità di raccogliere l'appello di Franco Roberti, il capo nazionale antimafia, che ha denunciato che siamo di fronte a qualcosa di peggio di un indulto mascherato? Fate sentire la vostra voce, perché questo decreto ha già causato troppi danni e deve decadere." M5S Commissione Giustizia Camera e Senato - Leggi la lettera completa

PS: Il governo ha messo la fiducia anche sul decreto svuota carceri


Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it


Data pubblicazione : Mon, 03 Feb 2014 14:50:18 +0100
Passaparola - I trafficanti di uomini - Andrea Di Nicola e Giampaolo Musumeci
Guarda il video
(07:00)
trafficanti-musumeci.jpg
pp_youtube.png

>>> Il signor Francesco Neri, noto alla cronaca per aver bruciato i libri di Corrado Augias, non rappresenta il MoVimento 5 Stelle e utilizza senza alcuna autorizzazione il simbolo del M5S <<<

Un'agenzia di viaggi criminali, il business dell'immigrazione clandestina ha un fatturato enorme che le Nazioni Unite stimano in 10 miliardi di Euro, un giro d'affari secondo soltanto ai traffici di droga.
Solo per l'Africa si parla di 150 milioni di Euro, e i trafficanti fatturano 5 o 6 milioni di Euro l'anno. Si pensi che per Frontex l' agenzia di controllo delle frontiere esterne dell'Unione Europea, si investono ogni anno solo 85 milioni di Euro, questo dà la dimensione del potere economico di questo sistema.
Alcune cifre di un viaggio per un clandestino: dall'Afghanistan al Regno Unito, 25 mila Euro, dal Bangladesh al Brasile 10 mila, dalla Cina al Regno Unito 40 mila, dalla Corea del Nord alla Corea del Sud 6 mila, dal Messico agli Stati Uniti da mille ai quattro mila Euro. Andrea Di Nicola e Giampaolo Musumeci

Andrea Di Nicola: Ciao agli amici del Blog di Beppe Grillo, sono Andrea Di Nicola:, sono un criminologo, professore di criminologia all'università di Trento alla facoltà di giurisprudenza, coordino un gruppo di ricerca che si chiama ?e-crime? e mi occupo da anni di fenomeni criminali transnazionali, tra cui l'immigrazione clandestina illegale e i traffici di migranti.
Insieme a me c'è Giampaolo Mosumeci.

Giampaolo Musumeci: Sono Giampaolo Musumeci:, giornalista, cerco di seguire le rotte dell'immigrazione dall'Africa, dall'Est verso l'Europa.

Andrea Di Nicola: Giampaolo e io abbiamo messo insieme le nostre esperienze, per qualche cosa di cui non si era mai parlato in Italia: cosa sta dietro all'immigrazione clandestina, agli sbarchi.
Che cosa c'è dietro a questi fenomeni? Come si organizzano le immigrazioni clandestine? girare Abbiamo girato l'Europa, l'Africa e gli Stati del mondo, molti, per fare parlare i trafficanti di uomini e capire come si organizza il business delle immigrazioni clandestine.

Giampaolo Musumeci: Ha detto bene Andrea, è business e chi fa business sono gli imprenditori.
I trafficanti di uomini sono imprenditori a tutti gli effetti. Quelli che abbiamo incontrato ci hanno raccontato come organizzano il lavoro, come trovano i clienti, come trovano i luoghi di origine e di destinazione e tra la dozzina di trafficanti, più o meno di grosso calibro che abbiamo incontrato El Douly, un quarantenne, intelligente, molto sensibile, legge i giornali internazionali tutti i giorni, quando può, si informa su quello che accade in Egitto, ha una rete di collaboratori sparsi sul territorio, collabora con la rete libica che fa arrivare i suoi clienti, fino in Italia.
El Douly, ?l'Internazionale", perché ha viaggiato Ha scoperto che poteva fare il trafficante di uomini negli anni ?90, in Iraq, perché lì ha conosciuto il suo mentore, un trafficante iracheno che aiutava i disertori dell'esercito a fuggire durante la guerra nel Golfo.

Andrea Di Nicola: Noi abbiamo sentito la voce di El Douly, quando gli abbiamo chiesto chi è il più grande nella tua rete ci ha guardato in cagnesco e ci ha detto ?Non avete capito niente, qui non c'è uno più grande, siamo attori di una grande rete ma siamo tutti uguali, siamo nodi e queste reti si basano sulla fiducia?.
Questo il motivo per cui è difficile intercettarle, colpirle. Sono fluide, flessibili, impenetrabili dalle inchieste internazionali della cooperazione di giustizia e muovono a cavallo delle frontiere tantissimi soldi, risorse ingenti, capitali che poi vengono reinvestiti anche in altre attività criminali.
A tale proposito Oran, un piccolo trafficante turco, ci ha parlato della grande organizzazione di Muammer Küçük, uno dei più grandi, il Boss dell'immigrazione clandestina del Bosforo.
Lui muove milioni di Euro e migliaia di persone dalla Siria, dall'Afghanistan, Pakistan, attraverso la Turchia fino all'Italia, su barche a vela, e ha una rete di attori e di nodi che lavorano tutti per lui.
E questi soldi circolano, sono soldi in nero. Oran era un piccolo trafficante, una pedina utilizzata da un trafficante grande, Muammer Küçük, che è ancora a piede libero, mentre persone come Oran stanno nelle carceri italiane o di altri paesi europei,. Questo fa riflettere su queste grandi organizzazioni criminali.

Giampaolo Musumeci: Quella che cerchiamo di raccontare in ?Confessioni di un Trafficante di Uomini? (Ed. Chiarelettere) è la più grossa agenzia di viaggi criminale del mondo, una rete fatta di persone, che aiutano dei clienti a valicare illegalmente le frontiere.
Questo si basa sul bisogno disperato e sui sogni e aspirazioni di molte persone .
L' agenzia di viaggi che descriviamo lavora nel trovare i grimaldelli, nello scassinare la fortezza Europa e quindi i metodi più geniali come quello degli yacht di lusso, che nessuno sospetterebbe portare clandestini.
Che cosa vuole dire agenzia di viaggi?
Vuole dire che un grosso operatore, come El Douly, ha dei suoi collaboratori sul terreno, che intercettano la domanda di immigrazione. Se sono un giovane egiziano che vuole andare in Spagna contatterò nel mio villaggio l'agente di El Douly, e questo agente mi metterà in contatto con, con lui e tratterò la cifra, El Douly mi consentirà di passare il confine Egitto Libia, io arriverò a Bengasi, per esempio, o a Tripoli e a Zuara o altri porti della Libia e da lì El Douly mi garantirà il contatto con lo scafista libico che mi permetterà di andare a Lampedusa.
Ho fatto questo esempio, perché mentre eravamo con El Douly, Al Cairo, in un centro commerciale, a un certo punto squilla il telefonino e era un cliente che voleva andare in Spagna e abbiamo assistito alla telefonata, durata in realtà pochi minuti. Hanno parlato un pochino di soldi, della destinazione, El Douly ha rassicurato il suo cliente che lo poteva mandare in Spagna.

Andrea Di Nicola: E' un'agenzia di viaggi criminali con un fatturato enorme, le Nazioni Unite parlano di 10 miliardi di Euro, un business che è secondo soltanto ai traffici di droga.
Solo per l'Africa si parla di 150 milioni di Euro, e trafficanti come Khabir fatturano 5 o 6 milioni di Euro l'anno. Pensate che per Frontex l' agenzia di controllo delle frontiere esterne dell'Unione Europea, si investono ogni anno solo 85 milioni di Euro, questo vi dà la dimensione del potere economico di questo sistema.
Alcune cifre, per farvi capire, dall'Afghanistan al Regno Unito, 25 mila Euro, dal Bangladesh al Brasile 10 mila, dalla Cina al Regno Unito 40 mila, dalla Corea del Nord alla Corea del Sud 6 mila, c'è tutto il mondo, dal Messico agli Stati Uniti, mille ? quattro mila Euro. A noi i trafficanti turchi hanno detto che chiedono dai 4 ai 7 mila Euro, a seconda di quello che si possono permettere i loro clienti, perché poi è una vera e propria agenzia di viaggio, poco va agli scafisti, che ogni viaggio guadagnano 5 mila dollari, portando 50 persone, moltiplicate 40 o 50 per sette e avrete la cifra per ogni imbarcazione.
Trafficanti come Cuchuk fanno arrivare decine e decine di barche piccole e grandi, un flusso enorme di denaro che viene drenato da economie già in miseria e che viene reinvestito in altre attività criminali, illegali.

Giampaolo Musumeci: I tour operator, gli organizzatori di questa agenzia di viaggi mondiale, offrono vari pacchetti, l'Italia ovviamente è una delle destinazioni principe, ma non è la destinazione finale molto spesso, i migranti vogliono poi andare nel nord Europa, perché c'è uno status di rifugiato politico che offre maggiori garanzie, perché c'è già magari una diaspora, eritrea, somala, che li aspetta nel nord Europa, in Norvegia, Svezia, Inghilterra, per esempio.
Questa agenzia di viaggi è efficiente e efficace nello studiare nuove rotte, Andrea prima citava Frontex e i pattugliamenti,Se la rotta di Lampedusa viene chiusa, perché ci sono più pattugliamenti, allora immediatamente questa grossa rete, individuerà un'altra rotta, quella turca terreste, il fiume Ebros. Quel confine lì si chiude? Ebbene, i tour operator penseranno a un'altra rotta, che è quella che passa dalle montagne della Bulgaria.
Che cosa succede però? Che la rotta è più lunga, ci sono da fare molti più chilometri a piedi, la rotta diventa più rischiosa e più costosa.
E forse ci avviciniamo al paradosso per cui più l'Europa si chiude, più Frontex spende soldi e pattuglia e più il Muammer Küçük della situazione vedrà il suo fatturato ingigantirsi, perché i migranti devono spendere più soldi.

Andrea Di Nicola: La domanda è infinita, un trafficante come Khabir, un pakistano che abbiamo incontrato in Italia, non possiamo rivelare di più, perché è a piede libero, ci ha detto io non faccio niente di male, io realizzo sogni, e questi sogni li vendo e anche se dicessi alle persone che oggi l'Italia non è più la terra delle opportunità loro arriverebbero lo stesso, meglio che arrivino con me, perché sono capace di trasportarli. Lui sfrutta le opportunità, le vulnerabilità di un sistema, fa arrivare pakistani, Pashtun per l'esattezza, da villaggi tra Pakistan e l'Afghanistan, e li fa arrivare con permessi di soggiorno regolari, stagionali, questa è una vulnerabilità, perché sono nominativi, si mette d'accordo con imprenditori italiani, agricoli o turistici e a quel punto chiama nominativamente i propri connazionali, fa pagare dai 5 agli 8mila Euro, queste persone arrivano qui non da Lampedusa, non con i barconi, ma con l'aereo, e una volta che arrivano lui dice loro:?Stracciatevi le vesti, andate nel centro più vicino e dite di essere afgani e chiedete asilo politico, tanto nessuno se ne accorgerà, perché voi sapete parlare Pashtun?.

Giampaolo Musumeci: Il business del traffico di uomini, dello smuggling, del contrabbando di persone, è un business che non finirà mai, Se non si va a agire sulle economie povere, depresse, è ovvio che questa gente vorrà spostarsi.
E lo capiscono tutti, anche chi è magari l'ultimo anello di questo business, di questa rete, anche Alexander, uno dei circa 12 trafficanti che abbiamo incontrato, con grandissima lucidità e forza quasi lirica, quasi elegiaca dice: ?Attenzione, Mosè è stato il primo scafista della storia?.

Andrea Di Nicola: C'è un grande problema di cooperazione di giustizia, investigativa. Abbiamo sentito nel vostro viaggio tanti magistrati investigatori che fanno del loro meglio, però si arrestano, quasi sempre, i pesci piccoli, gli scafisti, gli ultimi anelli di questa grande catena. Persone come Küçük, come Loncaric i grandi organizzatori, restano nelle retrovie, i pesci grandi, e gli investigatori si trovano su una barca a remi a rincorrere un motoscafo che va veloce sul Mediterraneo.

Se quindi pensate che sia importante capire questo sistema, questa enorme organizzazione mondiale, questa agenzia di viaggi dalla viva voce dei trafficanti, passate parola.


Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it


Data pubblicazione : Mon, 03 Feb 2014 14:15:16 +0100
Giornalista del giorno: Francesco Alberoni, il Giornale
alberoni.jpg

"I grillini sono un lusso che non possiamo permetterci. [i grillini] non vogliono il Parlamento, non vogliono il voto e intendono instaurare un regime di democrazia diretta in cui un gruppo di autocrati parla con milioni di persone attraverso il web. La democrazia diretta è stata applicata con successo nelle piccole comunità. Ma quando è stata applicata a gruppi più grandi come [...] nelle adunate oceaniche del fascismo, è sempre stata manipolata da demagoghi che hanno fatto prendere decisioni sull'onda di emozioni, paure, collere, vendette, sogni. [...] gli italiani, anche i politici, anche i giornalisti, non si sono resi conto della reale natura dell'ideologia grillina che, rifiutando una classe politica e un governo, in realtà metterebbe il potere in mano ai demagoghi che manipolano emotivamente le masse del web. Noi in Italia, dopo l'esperienza fascista, dovremmo avere orrore di queste prospettive [...]" Francesco Alberoni


Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it


Data pubblicazione : Mon, 03 Feb 2014 11:07:19 +0100
Lettera aperta a Daria Bignardi
bignardi_sofri.jpg

"Cara Daria Bignardi, ti propongo questa riflessione sulla trasmissione di venerdì sera. Come sarebbe per te se ti invitassi a una trasmissione tv e le domande fossero: come si sente tuo figlio a scuola ad avere il nonno mandante di un assassino? Come è l' aver sposato il figlio di un assassino? E se insistessi su questa domanda come hai fatto tu per il padre ex fascista di Di Battista ? E se dopo aver avuto te ospite invitassi uno scrittore che invece di parlare del suo libro raccontasse di cosa è stato Lotta Continua e di cosa pensa di te? E se questo scrittore utilizzasse il suo tempo non per parlare del suo libro ma per denigrare te che, oltretutto, saresti impossibilitata a difenderti? Tu penseresti che io sia stato corretto come conduttore o penseresti che questo invito sia stato una trappola ben orchestrata per far prevalere una idea e una tattica precostituita? Ad esempio che il MoVimento 5 Stelle e i suoi parlamentari sono squadristi. Con una grande abilità sei passata dal papà fascista (tra l'altro, ex fascista, ora vota m5s) ad Augias che ci dipinge come neofascisti. Ma assomigliate piu voi a quel regime, voi che utilizzate tecniche da istituto luce, o noi che volevamo solo evitare che andassero 7,5 miliardi di euro alle banche? 7,5 miliardi che pagheremo noi tutti, tu e la tua famiglia comprese." Rocco Casalino


Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it


Data pubblicazione : Mon, 03 Feb 2014 10:40:55 +0100
Ripensiamoci, forse hanno ragione loro #vinciamonoi
La verita' sul M5S
(10:00)
vinciamo_noi.jpg

video di Marco Centonze

"Ragazzi ripensiamoci, forse hanno ragione loro. Dopo il fuoco incrociato di attacchi che abbiamo ricevuto in questi giorni ho fatto un atto di umiltà e ho riflettuto sul fatto che forse hanno ragione loro, quindi propongo a tutto il M5S un cambio di rotta.
Per prima cosa diamo questo benedetto IBAN e prendiamoci 42 milioni di euro di rimborsi elettorali e mettiamoceli in tasca, tanto agli italiani va bene così. Prendiamogli questi soldi dalle tasche, ci spettano per legge. Usiamoli per farci una televisione nostra, per fare delle sedi di partito in tutta Italia, per organizzare feste in cui invitiamo i migliori cantanti internazionali.
Beppe torna a fare il comico più pagato d'Italia, ma che te ne frega di fare politica? Fai ridere tutti nei teatri, ma lasciali andare a casa tranquilli, non chiedere che si impegnino. Vogliono ridere e rilassarsi due ore, non stimolarli di più. Riposati! Smettila con questa cosa di smuovere le coscenze e di trasformare ominicchi in leadere di se stessi pronti a tutto.
Gianroberto pensa alla tua azienda, non rompere i coglioni con la rete come strumento di partecipazione. Hai dimostrato di essere un grande manager e un grandissimo professionista di comunicazione. Stipula contratti con le grandi multinazionali, allarga la tua azienda, arrichisciti e vai a riposarti con tua moglie e i tuoi figli. Prendi una bella villa con piscina, la tua casetta in montagna è patetica per uno con il tuo potenziale.
Parlamentari a 5 Stelle tenetevi tutto lo stipendio! Ma quando vi ricapita? Siete giovani, siete belli, siete pieni di energia, ma chi ve lo fa fare questo sacrificio infinito? Vi fate umiliare tutti i giorni. Ma per cosa?? Alessandro, Luigi, siete giovani e belli, le donne impazziscono per voi. Tenetevi ogni mese 18.000 ?, compratevi una porsche e poi portatele in vacanza nei migliori resort. Nicola hai una splendida moglie e due figli grandi, stai con loro, goditeli, fatti delle belle vacanze e paga master negli states ai tuoi figli. Roberto ma che cavolo stai a fare in RAI, chiama subito Yvonne e dille che hai prenotato una settimana ai caraibi. Ragazzi le nostre fidanzate e le nostre mogli non ne possono più di stare al nostro fianco, non ne possono più di vederci solo nei ritagli di tempo, di fare parte di un sacrificio che noi abbiamo deciso di fare. Carla, Paola, Barbara, siete donne splendide, godetivi la celebrità e la ricchezza, girate il mondo, entrate in contatto con i potenti, godetevi la vita. Non vi voglio più vedere incazzate in parlamento, vi voglio vedere in accappatoio in un bel centro benessere, fra massaggiatori, saune, idromassaggi. Ragazze vi voglio vedere sulla fifth avenue a New York con qualche bella sportina Louis Vuitton e Gucci. Vi voglio veder sorridere con i vostri cari e con i vostri amici, con il volto rilassato e con una bella messa in piega.
Ai consiglieri comunali e regionali invece dico: Svegliatevi!!! Mattia, Giancarlo, Silvana, Davide, Natasha, Marco, ma che cazzo fate? Non avete ancora capito cosa potete fare? Vendete qualche voto in cambio di posti di lavoro per i vostri parenti e amici in difficoltà. Piazzateli nelle partecipate a tempo indeterminato. Sveglia!! State lì a soffrire come dei pirla, fra tensioni e magoni, per poi non ottenere nulla. Voi nei comuni poi continuate a farlo per 4 soldi. Ma state sereni!! Andate in commissione, firmate la presenza, prendetevi il gettone e poi via. Ma chi ve lo fa fare di studiare, di arrabbiarvi, di fare mille incontri con cittadini disperati che vi chiedono aiuto. Chiudete la porta dei vostri uffici.
Portavoce del M5S a tutti i livelli, per favore, smettetela di lottare! Iniziate a fare come tutti gli altri, la stampa italiana vi vuole così, le televisioni vi vogliono così, i politologi vi vogliono così. Basta!! Ma chi se ne frega se vengono condonati 98 miliardi di euro alle lobby del gioco d'azzardo. Rompete le scatole due giorni, poi vi fate fare qualche regalino e dopo tacete, dai! Ma non avete ancora appreso niente dalla politica?!
Andate nei talk a fare due urletti e poi tranquilli dopo votate in base alla convenienza.
E poi cazzo, non ne posso più di vedervi girare a piedi in mezzo alla gente. Voi siete politici! Vi dovreste dimenticare di saper guidare. Io vi voglio vedere rilassati, nei sedili posteriori delle auto blu, con una bella bottiglia di Champagne e con la camicia aperta.
Non ne posso più di soffrire con voi, non ne posso più di vedervi lottare ogni giorno per essere poi coperti di menzogne e attacchi rabbiosi di stampa e colleghi.
Cosa cavolo vi siete messi in testa? Volete cambiare il mondo, ma il mondo non si cambia. Come fate ad essere così ingenui? State lì a farvi massacrare dai tromboni, servi del sistema e più tronfi dei tronisti, che ogni giorno vi ripetono che siete pericolosi e antidemocratici. Ma per cosa lo fate? Basta! ma chi ve lo fa fare? Pensate alle vostre vite, siate egoisti, fate come tutti gli altri!!!
Cristo santo, fate come tutti gli altri!!!
Oppure no... continuate così. Insegnate al mondo cosa significa dare un senso alla vita e alla parola dignità. Io sono con voi. Teniamoci per mano e andiamo avanti, a testa bassa, come Rocky Balboa, fino a farci rompere il collo da questi bastardi. Sono sempre più convinto che alla fine vinceremo noi. VINCIAMO NOI, meravigliosi onesti puliti e liberi cittadini a 5 stelle. Vinciamo noi! Anzi, abbiamo già vinto." Max Bugani


Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it


Data pubblicazione : Mon, 03 Feb 2014 10:14:13 +0100
Fazio, con la Boldrini fai giornalismo #fazioalzalatesta
fazio_boldrini.jpg

"La Boldrini in questi giorni sta occupando la RAI raccontando il falso agli italiani. Non è vero che i cittadini avrebbero pagato l'IMU se avessimo fatto decadere il decreto Bankitalia. Bastava scorporare il decreto come chiesto dal M5S. La Boldrini ha la responsabilità di non essersi imposta al governo, ai burocrati di Palazzo e ha subito la volontà dei poteri forti che hanno voluto saccheggiare 7,5 miliardi di euro dalle riserve della Banca d'Italia - soldi di tutti i cittadini - regalandoli a banche private e assicurazioni. La Boldrini mente in tv e a Montecitorio sulla ghigliottina: è uno strumento non previsto né dal Regolamento né dalla Costituzione.
E' capitato già in passato di fronte alle bugie di Letta che Fazio abbia detto di non poter sapere tutto quello che accade in parlamento.
Ci teniamo quindi a informare Fazio.
La Boldrini ripeterà, mentendo agli italiani, che la ghigliottina è democratica e il m5s antidemocratico. Ricordiamo a Fazio cosa disse nel 2009 sulla ghigliottina il capogruppo del Pd alla Camera: leggi!
Può Fazio fare informazione pubblica e imparziale e chiedere conto alla Boldrini di questa incoerenza? Può Fazio chiedere in quale articolo del Regolamento della Camera e della Costituzione è prevista la ghigliottina? Può chiedere conto alla Boldrini dell'assenza di solidarietà alla portavoce Loredana Lupo aggredita in Aula e quali provvedimenti intende prendere nei confronti del suo aggressore? Può Fazio conto alla Boldrini delle sue parole eversive contro l'opposizione che invece dovrebbe tutelare in qualità di presidente della camera? Può Fazio fare informazione pubblica e imparziale e chiedere conto alla Boldrini della sua responsabilità nel passaggio del decreto legge contro la Costituzione e ai danni degli italiani? Può Fazio chiedere conto alla Boldrini della sua volontà di cambiare il regolamento della Camera per zittire definitivamente le opposizioni? Può Fazio fare informazione pubblica e imparziale e chiedere conto alla Boldrini della presenza inusitata e incontrollata di lobbisti alla Camera che influenzano e manipolano i deputati del pd come nel caso Sorgenia e Tivelli? Può Fazio fare informazione pubblica e imparziale e chiedere conto alla Boldrini delle irregolarità avvenute in Commissione affari costituzionali prima del passaggio in Aula della legge elettorale firmata Renzi-Berlusconi? Può Fazio oggi distinguersi nel panorama della stampa italiana e guadagnarsi il suo stipendio milionario pagato dai cittadini?
#FazioAlzaLaTesta" Federico D'Incà, capogruppo M5S Camera


Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it


Data pubblicazione : Sun, 02 Feb 2014 19:19:16 +0100
La coerenza pd: nel 2009 era contro la ghigliottina
speranza_gasparri_poveri.jpg

nella foto: Speranza, capogruppo pd alla Camera, il "Gasparri dei poveri" (cit. Di Battista)

"Era il 30 settembre 2009, al governo c'era Berlusconi e sullo scranno più alto di Montecitorio siedeva Gianfranco Fini. In aula si discuteva il decreto sul tanto discusso Scudo fiscale (che poi passò grazie all'assenza di 32 deputati, 24 del pd tra cui D'Alema, al momento della votazione della fiducia, ndr). Le opposizioni (allora Pd e Idv) alzarono le barricate, praticando un ostruzionismo selvaggio con l'intento di far decadere il decreto. Cosa che mandò su tutte le furie Fini. Nell'ultima capigruppo prima del voto l'ex presidente della Camera minacciò la ghigliottina. "E' una precisa responsabilità del presidente della Camera dei deputati avere la deliberazione dell'Aula prima della decadenza del decreto", disse in quell'occasione, auspicando "una intesa di metodo per un percorso di lavoro fino al voto finale, evitando il ricorso alla ghigliottina". Apriti cielo. L'opposizione protestò duramente, chiedendo a Fini di non fare ulteriori forzature e di consentirle di esercitare i suoi diritti. "Sarebbe davvero imperdonabile se si applicasse la ghigliottina per la prima volta nella storia su di un provvedimento vergognoso del quale nessun italiano, neanche quelli che sostengono la maggioranza, ha bisogno", affermò l'allora capogruppo Pd alla Camera, Antonello Soro, riferendosi alla minaccia di Fini. "Lo stesso presidente Fini - spiegò Soro - ha condiviso il termine anomalia oggettiva cui cui si definisce questo decreto per la sua natura e per il suo processo normativo. Per questo auspichiamo che il presidente Fini non applichi la ghigliottina, consentendo all'opposizione di avvalersi di tutte le sue prerogative". Le stesse prerogative che oggi il Pd nega alle opposizioni." Qelsi

La notizia data dal sito ufficiale del pd nel 2009: leggi


Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it


Data pubblicazione : Sun, 02 Feb 2014 12:02:25 +0100
#VerdiniChi?

verdini_chi.jpg

Nessuno si indigna, forse perché l'indignazione è ormai merce rara in questo Paese. Nessun monito dal Colle. Nessun partito di sinistra, destra o centro che abbia sollevato un sopracciglio. Sono tutti d'accordo. Il Pregiudicatellum è in gestazione da mesi. Unico obiettivo: impedire al M5S di poter vincere le elezioni e poter scoperchiare le porcherie di decenni di inciuci. Il M5S con il voto palese aveva allontanato il noto pregiudicato Berlusconi dal Parlamento. Renzie lo ha resuscitato, trasformato nel Padre delle Riforme. Solo questa azione dovrebbe produrre conati di vomito alle persone oneste. Il Duo si è incontrato in una saletta riservata al Nazareno per discutere del futuro della Nazione. Si sentono regolarmente al telefono con la "linea rossa". Il Parlamento è espropriato del suo ruolo e nessuno fiata, né Grasso, né la Boldrini. Il Parlamento può solo ratificare il testo di un pregiudicato. Mai, dall'Unità d'Italia, siamo scesi così in basso. Il Pregiudicatellum è ancora più incostituzionale del Porcellum. Non dovrebbe essere quindi firmato dal presidente della Repubblica che è garante della Costituzione, ma con tutta probabilità firmerà alla veloce. Scommettiamo?
E non è tutto. Il vero suggeritore, l'ispiratore del Pregiudicatellum è Denis Verdini, altro Padre della Patria, conterraneo e amico di Renzie.
"Nel 2009, dopo aver vinto le primarie, Renzi partecipò ad alcune iniziative organizzate anche da Denis Verdini, all'epoca coordinatore regionale di Forza Italia e oggi colui che deve scegliere il candidato sindaco da contrapporre a Renzi per le prossime amministrative di maggio. Nel 2009 l'allora rottamatore sedette al tavolo d'onore insieme a Verdini e consorte alla festa de Il Giornale della Toscana. Presenti tutti i parlamentari forzisti dell'epoca: Mazzoni, Parisi, Bonciani, Amato e altri. E mesi dopo partecipò a un evento organizzato dalla signora Verdini, Maria Simonetti Fossombroni. Molti del Pdl ricordano inoltre che la scelta di candidare sindaco nel 2009 l'ex calciatore Giovanni Galli fu considerato un ?regalino? al giovane prodigio Renzi. Che lo asfaltò. Verdini non ha mai negato la propria simpatia per il rottamatore." Dal Fatto Quotidiano
Procedimenti giudiziari di Verdini (da Wikipedia).
"Nel febbraio 2010 è stato indagato dalla Procura di Firenze per il reato di concorso in corruzione, riguardo ad alcune irregolarità a lui imputabili su alcuni appalti a Firenze e a La Maddalena, sede in cui si sarebbe dovuto tenere il G8 (poi spostato a L'Aquila). Il gip si riserva la decisione di ricorrere ad eventuale rinvio a giudizio.
Nel maggio 2010 è indagato dalla Procura di Roma in un'inchiesta su un presunto comitato d'affari, la cosiddetta "cricca", che avrebbe gestito degli appalti pubblici in maniera illecita.
Nel luglio 2010 vennero arrestati l'imprenditore Flavio Carboni, coinvolto a Roma in un'inchiesta che puntava a scoperchiare una cupola che avrebbe avuto interesse nella gestione degli appalti sull'energia eolica in Sardegna (che vede indagato anche il governatore PDL della Sardegna Ugo Cappellacci), insieme a Pasquale Lombardi, geometra ed ex esponente della Democrazia Cristiana e all'imprenditore Arcangelo Martino, ex assessore comunale di Napoli. Queste persone vennero accusate dalla Procura di Roma di aver esercitato presunte forzature sui giudici della Corte Costituzionale al fine di favorire il giudizio di legittimità costituzionale sul Lodo Alfano, di aver sostenuto la riammissione della lista civica regionale "Per la Lombardia", collegata al candidato di centrodestra alle elezioni regionali del 2010 e successivamente eletto governatore della regione Lombardia Roberto Formigoni e, infine, di aver favorito la nomina a presidente della Corte d'Appello di Milano al pm Alfonso Marra.
Dall'inchiesta è emerso che il 23 settembre 2009 avrebbe avuto luogo un incontro presso l'abitazione di Denis Verdini, a cui avrebbero preso parte l'imprenditore Flavio Carboni, il senatore del Pdl Marcello Dell'Utri e il sottosegretario alla Giustizia, Giacomo Caliendo, i magistrati Antonio Martone e Arcibaldo Miller, oltre ad Arcangelo Martino e Raffaele Lombardi. In questa riunione si sarebbe delineata la strategia di persuasioni indebite da adottare sui giudici della Consulta intorno all'approvazione del lodo che, il 7 ottobre 2009, verrà poi bocciato perché ritenuto incostituzionale. Il leader dell'Italia dei Valori Antonio di Pietro ha definito la cupola che si sarebbe costruita attorno a Flavio Carboni una "nuova loggia massonica", con le stesse caratteristiche della vecchia loggia Propaganda 2. Pier Luigi Bersani, leader del Partito Democratico, ha chiesto all'esecutivo di far luce sulla vicenda, mentre il senatore e capogruppo dell'UDC Giampiero D'Alia ha richiesto l'intervento della Commissione parlamentare Antimafia.
Il 12 giugno 2012 la Giunta per le autorizzazioni della Camera dei deputati ha accordato ai magistrati di utilizzare le intercettazioni (34 in tutto) che coinvolgono Denis Verdini, nell'ambito dell'inchiesta sulla P4. Il PdL è stato l'unico partito a votare contro.
Il 14 marzo 2013, i pm di Firenze hanno chiesto il rinvio a giudizio per il procedimento sulla gestione del Credito Cooperativo Fiorentino.
Nell'aprile 2013, nell'ambito di una inchiesta per truffa per una presunta indebita percezione di fondi per l'editoria, la Procura della Repubblica di Firenze emette un'ordinanza attraverso la quale la Guardia di Finanza sequestra beni per 12 milioni di euro alla società Settemari di Verdini, Massimo Parisi e altre persone."
Un curriculum adeguato per scrivere il Pregiudicatellum con Renzie.


Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it


Data pubblicazione : Sun, 02 Feb 2014 12:00:13 +0100
Giornalista del giorno: Philippe Daverio, ospitato da Lilly Gruber
daverio_gruber.jpg

"Continua il percorso inarrestabile verso la trashologia. Grillo già un po' mi spaventa, per un certo verso. Quello che veramente mi inquieta è il socio, quello travestito da cieco di Sorrento, quello con gli occhialini scuri. Casaleggio, io lo pronuncio con un certo riserbo quel nome lì. Ho visto quel suo video, Gaia, e mi ricorda una certa propaganda degli anni '30 che preferisco dimenticare e questo mi mette un po'... Quel video lì è una roba che sarebbe piaciuta molto a Goebbels, anzi se avesse potuto farlo lo avrebbe fatto lui. Siccome io vengo da quel mondo lì e conosco un po' più di altri quanto è stato drammatico, in questo momento non lo auguro ai miei concittadini italiani." Philippe Daverio


Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it


Data pubblicazione : Sun, 02 Feb 2014 11:00:06 +0100
Riprendiamoci Telecom Italia!
 
Generazione pagina: 0.97 Secondi
Norme di Utilizzo
PARTITA IVA 01340150356        Sviluppato da CABER Informatica
Per fornire la migliore navigazione possibile, in questo sito si utilizzano i cookies: continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.Informazioni complete.
Info Cookies